Curioso che per avere "tatto" devi saper percepire il limite senza toccarlo, cioè senza urtare l'altro.